Living Lab Siemens, un laboratorio per digitalizzare i processi

Siamo entrati nella nuova sede del Living Lab for Process Industries di Vienna di Siemens, nel corso della conferenza stampa internazionale "Digitalization for Process Industries".

In questo laboratorio, uno spazio allestito con diverse postazioni, che includono sistemi di pesatura, sistemi di test qualità, un bio-reattore, alcuni pc con software Comos, Simatic Sipat, Simatic IT e Simit installati, connessi al Dcs Simatic PCS 7, si sperimentano in concreto digitalizzazione e integrazione di tecnologie per la process automation.

Nella struttura si possono condurre complete simulazioni di metodologie, modelli e processi, che vanno dalle applicazioni di pesatura a quelle di controllo del processo nel reattore fino alla gestione dei dati integrata. Il processo nel reattore è costantemente monitorato da strumentazione di processo intelligente. Si conducono studi finalizzati all'ottimizzazione dei processi di clienti reali.

Living Lab: digitalizzare, ma in concreto

Il Lab ricrea un ambiente reale, con sistemi in campo funzionanti, nel quale Siemens sviluppa nuove tecnologie e innovazioni. Il laboratorio è un luogo per testare applicazioni reali e condurre processi di produzione bio-tecnologici, in particolare legati alla fermentazione.

Il senso della digitalizzazione applicata a questi processi è proprio quella di creare un intero ciclo di impianto digitale - dall'engineering al risultato finale di prodotto - nel quale sia possibile individuare tempestivamente ogni piccola deviazione o anomalia in produzione, prima che sia terminato il ciclo. Obiettivo finale ovviamente è avere processi più efficienti e meno soggetti a errori.

"Questo laboratorio è un esempio di innovazione concreta e 'digitale' nell'automazione di processo", ha commentato il Ceo della Process Automation Business Unit Siemens AG Eckard Eberle. "Lo dedichiamo a tutti i nostri clienti e partner delle industrie di processo che hanno bisogno di ottenere risultati molto rapidamente e percepire immediatamente i benefici, anche in termini economici, dell’automazione smart e della digital transformation".

A Vienna Eberle si è soffermato sull'importanza di collaborare per la digitalizzazione dell'industria di processo, in combinazione anche con la ricerca e le applicazioni pratiche, concrete.

Tra le attività è infatti inclusa l'implementazione pratica di alcuni progetti di ricerca condotti da alcune università sul territorio, che prevedono la partecipazione di dipendenti Siemens e di loro clienti, e che funziona anche come training.

Mindsphere, trampolino di lancio per il digitale

Il team del laboratorio Living Lab di Vienna sta anche esplorando le potenziali applicazioni del sistema Mindsphere di Siemens nelle industrie di processo: i dati generati durante le fasi di produzione possono essere salvati in modo sicuro nel Cloud, analizzate e utilizzate per ottimizzare i sistemi di produzione stessi.

Cuore della proposta Siemens per la digitalizzazione, la piattaforma IoT aperta e Cloud-Based Mindsphere permette una più semplice integrazione dei sensori, intesi come dispositivi IoT, e un più efficiente trasferimento di tutti i dati di processo nel Cloud.

Process Automation in crescita

La Business Unit PA (Process Automation and Drives) di Siemens sta mostrando un andamento in crescita nell'ultimo anno. Lo ha rilevato il Ceo Eberle, a Vienna, confrontando i risultati del secondo trimestre 2017 con quelli del periodo analogo 2018.

Gli ordini mostrano nel 2018 una crescita del 6%, il fatturato dell'1% e i margini di profitto del 7,2%. Uno dei maggiori traini di questa crescita è stata la domanda proveniente dalla Cina.

"Ci aspettiamo una crescita progressiva della PA", ha aggiunto Eberle, "in linea con quanto previsto dagli analisti. E uno dei principali driver sarà proprio la digitalizzazione dell'industria farmaceutica".

Secondo gli analisti di ARC, infatti, nel corso dei prossimi cinque anni, il volume del mercato globale del software e dei servizi digitali per l'OT (Operations Technology) nell'industria di processo crescerà annualmente del 7%, passando dagli attuali 7 miliardi  (2018) ai 10 miliardi (2023) di euro.

 

 

 

 

Pubblica i tuoi commenti