Ricerca nell’automotive, Michelin collabora con il Politecnico di Torino

Ricerca e industria
Ammonta a otto borse di studio da 2.500 euro l'una il nuovo investimento di Michelin Italiana per supportare le attività del Team H2politO del Politecnico di Torino, impegnato nello sviluppo di veicoli a basso consumo di carburante.

Gli studenti che beneficiano delle borse hanno lavorato al progetto per lo sviluppo e la costruzione del nuovo prototipo denominato Xam 2.0, eXtreme Automotive Mobility, la city car di ultima generazione che ha vinto alla Future Car Challenge 2012 il primo premio come 'Best Extended Range Prototype', confrontandosi con i grandi marchi automobilistici come Opel, Jaguar, Mercedes, Renault e Nissan, quale unico veicolo e team italiano, nonché unico team di studenti ammesso alla competizione.

Massimiliana Carello, docente del dipartimento di ingegneria Meccanica e Aerospaziale che guida il Team, ha così commentato: “Michelin ha abbracciato con entusiasmo questo progetto fin dall'inizio contribuendo anche tecnicamente al raggiungimento degli obiettivi del nostro Team, attraverso la fornitura di speciali pneumatici a bassissima resistenza al rotolamento e mettendo a disposizione dei futuri ingegneri il proprio know-how che ci consentirà di migliorare ulteriormente le performance dei prototipi in termini di consumo e riduzione degli attriti per le nuove generazioni dei cosiddetti 'light electric urban vehicle', in cui il sistema dello pneumatico avrà un importante ruolo strategico. L'assegnazione delle borse è per noi motivo di orgoglio e un nuovo riconoscimento al nostro impegno”.
Massimo Mereta, Responsabile del Personale di Michelin Italiana, sottolinea: “Ricerca e Sviluppo sono due 'motori' per Michelin, che ogni anno investe in questo settore 622 milioni di euro. L'innovazione è un must comune agli oltre 6mila ricercatori, ingegneri, chimici attivi nelle tre sedi del Centro di Tecnologia (Europa, America e Asia) che si occupano dei materiali, della progettazione e della produzione industriale degli pneumatici del futuro".

Pubblica i tuoi commenti