Scuola/lavoro: Smc Italia assume tecnici e ingegneri

Smc Italia ha assunto diversi ingegneri e tecnici presso lo stabilimento produttivo di Carsoli (AQ), a conclusione dei percorsi di alternanza scuola/lavoro e lavoro di tesi.

Il percorso di formazione è frutto della collaborazione tra l’Università dell’Aquila, l’Itis Majorana di Avezzano e  Smc Italia, consociata italiana di Smc Corporation, specialista mondiale nel campo della componentistica pneumatica.

L’intuizione del chairman di Smc Italia Walter D’Alessandro, alla guida dell’azienda da quarant’anni, e della preside Anna Amanzi (già reside a L’Aquila) ha costituito un unicum che ha portato l’azienda a riversare sul territorio abruzzese l’attività di formazione dei giovani.

In questi giorni gli ideatori dell’iniziativa Alberto Franceschi e Sara Colloi, rispettivamente responsabile operativo e technical training manager di Smc Italia, coadiuvati dal coordinatore delle attività di alternanza scuola/lavoro il vicepreside Elio De Santis, come prosecuzione naturale di questa collaborazione hanno concordato la donazione di materiale didattico (un tornio, pannelli pneumatici per lo studio dei circuiti e una stazione manipolatore) che servirà ad ampliare i già ben dotati laboratori dell’Itis, fornendo agli studenti ulteriori strumenti didattici sui quali mettere in pratica le nozioni apprese tra i banchi di scuola.

L’alternanza scuola/lavoro, promossa da Smc Italia e dall’Itis Majorana, è ormai arrivata alla terza edizione e a partire da febbraio porterà in azienda un gruppo di ragazzi, che potranno approcciarsi al mondo del lavoro attraverso un percorso formativo di 150 ore.

Pubblica i tuoi commenti