3D printing: Weerg.com triplica la capacità produttiva

A soli tre mesi dall’installazione della prima HP Jet Fusion 4200 e dal successivo debutto nel mercato del 3D Printing, Weerg.com triplica la capacità produttiva con l’acquisto di altri due sistemi di stampa dello stesso modello.

“La richiesta di lavorazioni 3D è andata ben oltre le nostre aspettative – ha commentato Matteo Rigamonti, fondatore di Weerg. – Abbiamo registrato un numero crescente di ordini molto variegati da parte di un’utenza particolarmente attenta alla rapidità dei tempi di consegna, che ha reso necessario un immediato potenziamento della capacità produttiva”.

L’investimento nelle nuove stampanti, che saranno in funzione da fine ottobre presso lo stabilimento di Marghera (VE), anticipa inoltre la possibilità di introdurre nuovi materiali per le lavorazioni 3D, finora limitate al Nylon PA 12. “L’obiettivo è di avere per ciascuno di essi una macchina dedicata, così da ottimizzare ulteriormente le lavorazioni e i tempi di produzione”.

Confermata la fiducia in HP, che con Weerg mette a segno una delle più importanti installazioni di questo sistema nel Sud Europa. “Le performance della prima Jet Fusion 4200 hanno soddisfatto pienamente le nostre aspettative – sottolinea Rigamonti – la macchina si è dimostrata incredibilmente veloce e produttiva con costi decisamente competitivi anche per la produzione di tirature fino a 5.000 pezzi. Il tutto garantito dal valore aggiunto di un servizio di assistenza e consulenza puntuale ed efficiente”.

Molti clienti di Weerg stanno testando la stampa 3D per applicazioni che prima realizzavano in Cnc o con la pressofusione. Tra loro professionisti come ingegneri, progettisti, ma anche aziende di meccanica che operano in conto terzi. Tra le lavorazioni più richieste la componentistica per il settore automotive, le applicazioni per il mondo meccanico, per l’industria aerospaziale e per l’automazione industriale.

Pubblica i tuoi commenti