Comau punta sullo sviluppo di tecnologie indossabili robotiche per migliorare la qualità della vita

Iuvo, spin-off dell'Istituto di Bio Robotica Scuola Superiore Sant'Anna, in collaborazione con Comau e Össur, svilupperà tecnologie indossabili intelligenti e attive, capaci di migliorare la qualità della vita delle persone.

Primo esempio concreto di questo impegno sono gli esoscheletri robotici, in grado di aiutare e ottimizzare le modalità di lavoro degli operatori nel settore industriale e dei servizi, e gli standard di vita di pazienti che necessitano di una migliore mobilità.

Chi è Iuvo. E’ stata fondata nel 2015 da un team di post-dottorati, professori e ricercatori, con l’obiettivo di sfruttare i risultati di progetti di ricerca nazionali ed europei, come il Cyberleg Ict FP7. Comau e Össur, rinomata per fornire soluzioni avanzate e scientificamente collaudate nel settore dell’ortopedia non invasiva, detengono la quota di maggioranza di Iuvo; nella joint venture stipulata tra Comau e Össur, Comau è a sua volta il socio di maggioranza. Questa nuova azienda è sostenuta dalle forti competenze strategiche e tecnologiche che ogni partner apporta, con focus su un’attività di ricerca e sviluppo, nonché sul lancio di nuove tecnologie robotiche indossabili, come gli esoscheletri.

Un aspetto fondamentale di questa azienda è il desiderio comune di sviluppare ed evolvere la collaborazione uomo-macchina in diversi settori, tra i quali l’ingegneria biomedica, la produzione manifatturiera e il mondo consumer. Con sede all'interno dello HUMANufacturing Innovation Center Comau di Pontedera (Pisa) e servendosi della collaborazione di un gruppo di ingegneri e ricercatori, Iuvo utilizza le competenze congiunte di un team esteso per sviluppare e commercializzare tecnologie indossabili.

Pubblica i tuoi commenti