Finanziamenti per chi innova

Grazie all'accordo sottoscritto da alcuni dei principali gruppi bancari italiani con il Fei (Fondo Europeo per gli Investimenti - istituzione europea del Gruppo Bei il cui scopo principale è sostenere la creazione, la crescita e lo sviluppo delle piccole e medie imprese), sono disponibili nuovi finanziamenti per le imprese italiane orientate all'innovazione.
Possono usufruire di questa nuova opportunità le Pmi che rientrano in una delle seguenti casistiche:
intendono investire in un progetto che preveda la produzione o lo sviluppo di prodotti, processi e/o servizi innovativi con rischio di insuccesso tecnologico o industriale. In questo caso la Pmi deve presentare un business plan che contenga la descrizione del progetto, l'analisi costi/benefici dell'investimento, l'impatto economico-finanziario dell'investimento sull'impresa, l'indicazione delle possibili aree di insuccesso;
si impegnano a destinare almeno il 90% del finanziamento in spese per Ricerca & Sviluppo o Innovazione entro i 24 mesi successivi, tipicamente per l'acquisto di un nuovo macchinario o impianto. Non sono ammissibili, ai fini della garanzia Fei, finanziamenti volti alla mera sostituzione di macchinari obsoleti e giunti al termine della loro vita industriale.
I finanziamenti, per attività di ricerca, sviluppo o finalizzate all'innovazione, hanno un importo minimo di 25mila euro e uno massimo di 3 milioni di euro, con durata fino a sette anni. Nello specifico, l'importo può coprire sino al 100% del costo del programma, con rimborso in rate mensili posticipate.

Pubblica i tuoi commenti