Mars ritira alcuni prodotti, ma non è allarme

La notizia che Mars, multinazionale Usa di prodotti alimentari e famosa per la produzione dell'omonima barretta, ha annunciato il ritiro di una serie di prodotti sta rimbalzando su tutti i social. Il richiamo preventivo è conseguenza della denuncia presentata da un consumatore che ha trovato un pezzo di plastica rossa in una barretta di cioccolato.

Lo snack proviene dallo stabilimento olandese di Veghel, una delle più grandi fabbriche di cioccolato del mondo. Ragione per cui l'azienda ha ordinano il ritiro preventivo di Mars, Snickers, alcune versioni di Milky Way e le scatole Celebration (che contengono dolciumi assortiti in versione mini) con data di scadenza tra il 19 giugno 2016 e l’8 gennaio 2017. L'azione è stata disposta in 55 Paesi, tra cui forse l'Italia. Anche se, in realtà, sul sito italiano di Mars non si trova nessuna indicazione in merito, notizia che invece compare sulla pagine di altri Paesi.

L'azienda, per il momento, si è limitata ad affermare di non sapere ancora cosa sia successo. In attesa che vengano definiti esattamente i contorni della vicenda, è importante ricordare che il ritiro della merce è stato deciso univocamente (e in via preventiva) dall'azienda stessa e non imposto.

Occorre infatti ricordare che sistema di allerta rapido Rapex, grazie al quale le Autorità nazionali degli Stati membri notificano alla Commissione europea i prodotti che rappresentano un rischio grave per la sicurezza dei consumatori, non è stato attivato da nessun Paese.

Questo anche perché nessuna autorità ha identificato effettivi rischi per la salute dei cittadini. Nell'ambito di un processo produttivo, del resto, può accadere che un elemento estraneo finisca accidentalmente all'interno dei generi alimentari. Solitamente, però, si tratta di parti metalliche, che vengono individuate dai metal detector installati a fine linea, mentre risulta pressoché impossibile individuare un oggetto in plastica.

In ogni caso, sulla base di quanto previsto dalla la General Food Law Regulation 178-2002 EU, nella quale viene prescritto che “tracciabilità significa la capacità di tracciare e seguire un alimento, un mangime o sostanza destinata o atta a entrare a far parte di un alimento o di un mangime attraverso tutte le fasi di produzione, trasformazione e distribuzione”, Mars è ora chiamata a verificare a ritroso l'intero processo produttivo per individuare le effettive cause del problema e individuare l'eventuale coinvolgimento di altri prodotti.

Pubblica i tuoi commenti