Simulazione multifisica: strumenti innovativi nella nuova versione di Comsol 5.3a

Comsol, fornitore leader di soluzioni software per la modellazione multifisica e per la progettazione di app di simulazione, ha rilasciato  la nuova release dei prodotti Comsol Multiphysics e Comsol Server.

La versione 5.3a offre agli specialisti di simulazione strumenti di modellazione all’avanguardia e prestazioni dei solutori migliorate. Modelli con leghe a memoria di forma (Shape Memory Alloy, Sma), un metodo rivoluzionario per simulazioni di plasmi ad accoppiamento capacitivo (Capacitively Couples Plasma, Ccp),un metodo ibrido Fem-Bem (Finite Elements Method - Boundary Elements Method) per l’acustica e le interazioni acustico-strutturali: tutti gli utenti potranno trarre beneficio dai nuovi metodi e dai tempi di soluzione più veloci, qualunque sia il settore di mercato e l’ambito fisico.

“I nostri clienti mirano a ottenere un ciclo di sviluppo del prodotto sempre più efficiente", afferma Svante Littmarck, Presidente e Ceo Comsol, Inc. "Con le possibilità di modellazione multifisica offerte dal nostro software, possono creare prodotti innovativi in tempi minori e con un costo più basso che mai. Questa nuova release nasce da un forte impulso verso una qualità ancora più elevata e verso nuovi, potenti metodi di modellazione, maggiore velocità e miglioramenti pensati per l’esperienza dell’utente”.

Metodoibrido Fem-Bem (Finite Elements Method - Boundary Elements Method) per l’acustica. Comsol 5.3a consente di basare l’analisi acustica sul Boundary Element Method. L’arricchimento recente di Comsol Multiphysics con il Boundary Element Method permetterà di modellare vasti problemi di radiazione acustica, tra cui la riproduzione esterna del suono per le auto elettriche.

La possibilità di accoppiare Bem e Fem genera un ambiente di simulazione estremamente versatile per il settore degli impianti audio per automobili. I tecnici che si occupano di acustica avranno a disposizione una potenza di modellazione senza precedenti: saranno in grado di analizzare l’intero spettro di frequenze acustiche, dalle note più basse fino agli ultrasuoni, in aggiunta a tutti i possibili accoppiamenti multifisici disponibili nel software.

Nuovi strumenti di modellazione, solutori più veloci, visualizzazione migliorata. Sarà possibile alleggerire i modelli grazie all’introduzione di due metodi, l’analisi modale e la valutazione asintotica della forma d’onda (Asymptotic Waveform Evaluation, Awe), per la riduzione della complessità computazionale dei modelli matematici. I clienti che utilizzano il LiveLink for Matlab avranno accesso ai modelli ridotti attraverso una funzione dedicata di esportazione state-space.

Molti clienti, soprattutto quelli che lavorano con la fluidodinamica computazionale (Cfd), noteranno un miglioramento del 40% sulle prestazioni per l’algebra multigrid (Amg) e del 20% per i solutori geometrici multigrid (Gmg).

 

Pubblica i tuoi commenti