Virtuale e reale, la convergenza che sta cambiando il mondo secondo Idc

Mercato
Secondo Idc, il mercato IoT varrà 2.300 miliardi di dollari a fine 2014. Proprio sulla spinta della Internet of Things, e grazie alla Terza Piattaforma, ossia la convergenza di cloud, mobile, big data e social, assisteremo a una progressiva interazione fra sistema industriale,
tecnologie Ict e infrastrutture di comunicazione.

Persone, cose, macchine e processi stanno diventando sempre più interconnessi in rete, creando un canale permanente tra mondo reale e dimensione virtuale, e rivoluzionando il modo di interagire di tutti, non solo nella sfera privata ma anche nel contesto lavorativo e aziendale.
Al centro di questa rivoluzione c’è Internet, o meglio l’Internet of Things (IoT), che facendo leva su sensori, informazioni e strumenti di analytics consente di realizzare nuove generazioni di soluzioni, sempre più automatizzate e intelligenti, in grado di trasformare il concetto di customer e workforce experience negli ambiti più diversi: consumer engagement, proximity marketing, digital signage, mobile & electronic payment, infomobility, asset management, fleet management, smart metering, remote patient monitoring e via dicendo.

Non a caso Idc vede il mercato IoT espandersi a ritmi impressionianti: a livello mondiale, il giro d’affari associato al mercato IoT (sensori, servizi, piattaforme e analytics) crescerà dai 1.900 miliardi di dollari del 2013 ai 4.600 miliardi del 2018. A fine 2014, Idc si aspetta un valore del mercato vicino ai 2.300 miliardi di dollari, dei quali il 27% circa derivanti dall’ambito consumer, il 19% dal settore pubblico e il resto dall’insieme dei comparti industriali.
Questa rivoluzione implica una profonda trasformazione dei processi produttivi e una progressiva convergenza fra il sistema industriale, le tecnologie Ict e le infrastrutture di comunicazione.

Tutti questi argomenti saranno al centro del roadshow 'Digital life: le aziende nell’era dei servizi intelligenti' organizzato da Idc Italia con Telecom Italia, Olivetti, W.A.Y. e M-Cube a Milano e a Roma  rispettivamente il 27 novembre e il 3 dicembre. Tra i temi trattati: infrastrutture tecnologiche e asset abilitanti per rendere possibile l’accesso pervasivo a Internet, e l’elaborazione e distribuzione di grandi quantità di dati provenienti da molteplici fonti e destinati a utenti diversi; come mobile, social e web, ma anche nuove tecnologie di proximity marketing e digital signage stanno rivoluzionando l'interazione con i clienti, migliorando il percorso d’acquisto e incrementando il brand engagement; la digitalizzazione dei processi aziendali.

Pubblica i tuoi commenti